2003, Eger, con l'indimenticabile Tibor Gál